Recensioni

Libri. Equazione di un amore. Simona Sparaco

Io alle coincidenze ci credo sempre un po’ poco. Quando il caso bussa alla tua porta mi piace sempre chiamarlo in altro modo. Che sia destino, fato o come vi pare.

Questo è il modo in cui questo libro è arrivato fra le mie mani. Non conoscevo l’autrice ma per tutta una serie di incastri mi sono ritrovata alla presentazione di questo romanzo e quando Simona Sparaco ha parlato di crescita, indipendenza, dipendenza dall’amore, sicurezza e rischi, ho capito di essere su un terreno conosciuto e che ultimamente avevo esplorato anche io. Così ho comprato il libro quella sera stessa e l’ho letto. E poi l’ho riletto ancora una volta.

Storia a parte, che di per sé già ti porta a non voler mai chiudere il libro per sapere come va a finire ed empatia con i personaggi a parte, che può esserci o non esserci, quello che mi ha realmente rapita è un tema che io stessa mi sono posta tante volte, cioè quello che riguarda il significato che diamo alla parola felicità. Le varie forme che può assumere e quanto sia difficile effettivamente capire in cosa essa sia contenuta. E ancora di più quanto sia facile scambiare (se è effettivamente un errore) le certezze per amore e l’incertezza per uno sbaglio. Oppure, esattamente al contrario, quanto essere drogati d’amore sembri l’unica strada per la felicità e la staticità di una vita solida rappresenti una gabbia dalla quale fuggire. Lea, la protagonista del romanzo, viaggia come una pallina da ping pong fra una sponda e l’altra dell’amore. Fra Giacomo, la sua droga e motore del suo cuore, che non fa altro che spezzarle il cuore pur mantenendola viva grazie all’energia che sprigionano ogni volta che camminano uno accanto all’altra, e Vittorio, il marito che la ama dell’amore che tante donne, per le ragioni più diverse, forse non sognano ma alla fine scelgono.

Buona lettura!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento